Sei interessato a Reacto?

Compila la form e inviaci la tua richiesta di informazioni.

Ti ricontatteremo nel più breve tempo possibile e ti offriremo una consulenza strategica gratuita.

* Campi obbligatori

FOCUS ON Quantico - FE 2022

FE 2022: le nuove regole per le dichiarazioni d'intento

Dal 1° gennaio 2022 è entrato in vigore il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate che stabilisce nuove regole per l'emissione delle fatture elettroniche in presenza di dichiarazioni d'intento per esportatori abituali.

14 Gennaio 2022

Con il provvedimento n. 293390/2021, sono cambiate le modalità di indicazione dei dati relativi alle dichiarazioni d'intento. Per ogni riga del corpo fattura devono essere riportati gli estremi della lettera d'intento, utilizzando alcuni campi specifici.

Il provvedimento dà le seguenti indicazioni:


La fattura elettronica deve riportare nel campo 2.2.1.14 <Natura> il codice specifico N3.5 “Non imponibili – a seguito di dichiarazioni d’intento”, nonché gli estremi del protocollo di ricezione della dichiarazione d’intento trasmessa all’Agenzia delle entrate dall’esportatore abituale.

Il numero di protocollo della dichiarazione d’intento, rilevabile dalla ricevuta telematica rilasciata dall’Agenzia delle entrate, è composto di due parti: la prima, formata da 17 cifre (es. 08060120341234567); la seconda, di 6 cifre (es. 000001), che rappresenta il progressivo e che deve essere separata dalla prima dal segno “-“ oppure dal segno “/”.

Deve essere compilato un blocco 2.2.1.16 <AltriDatiGestionali> per ogni dichiarazione d’intento, come di seguito specificato:

  • nel campo 2.2.1.16.1 <TipoDato> deve essere riportata la dicitura “INTENTO”;
  • nel campo 2.2.1.16.2 <RiferimentoTesto> deve essere riportato il protocollo di ricezione della dichiarazione d’intento e il suo progressivo separato dal segno “-” oppure dal segno “/” (es. 08060120341234567-000001);
  • nel campo 2.2.1.16.4 deve essere riportata la data della ricevuta telematica rilasciata dall’Agenzia delle entrate e contenente il protocollo della dichiarazione d’intento.

Il mancato rispetto di tali indicazioni può comportare lo scarto della fattura elettronica.

Articolo successivo

Non perderti nemmeno un update.
Iscriviti alla nostra newsletter.